Opportunita`

A partire dal 2000 l’industria dei giochi online di Malta ha rimarcato un notevole incremento del suo giro d’affari.

In particolare, dal 2004 sono state numerosissime le imprese interessate ad investire in tale settore, considerando l’elevato numero di richieste giunto alle Autorità Maltesi competenti in tema di giochi e lotterie.

Piccole realtà emergenti e grandi aziende consolidate hanno deciso di investire proprio a Malta per diverse ragioni.

Tanto per cominciare, Malta è l’unico Paese Europeo che regola i giochi online in modo da tutelare giocatori e operatori.

Inoltre, la stabile situazione politica dell’Isola, i tanti servizi finanziari offerti alle imprese del settore e una serie di benefici fiscali consentono di investire con minori preoccupazioni.

Infine, ma non per ultima, c’è da considerare anche una forza lavoro qualificata e plurilingue e attrezzature tecnologicamente avanzate.

Dal punto di vista del sistema di tassazione, nello specifico, è necessario ottenere una licenza dalle autorità competenti (MFSA e LGA) valida per 5 anni e rinnovabile per lo stesso periodo, pagando una tassa d’iscrizione ed una quota annuale.

Coloro che hanno ottenuto tale licenza sono soggetti al pagamento di una tassa proporzionale al tipo di gioco prescelto come base della propria attività, mentre gli azionisti non devono pagare tasse sui dividendi ricevuti dalle imprese.

Servizi finanziari

A partire dal 2004 Malta è diventato un mercato regolamentato e come tale ha dovuto adeguarsi alle normative internazionali in termini finanziari, ottenendo subito ottimi risultati come il raggiungimento di un accordo fiscale con l’ Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OECD).

La linearità e flessibilità del sistema finanziario Maltese, ha fatto dell’Isola una delle piu importanti realtà economiche degli ultimi anni, per cui investire non è mai stato così semplice e remunerativo.

Grazie alla sua adesione all’Unione Europea, alla sua forza lavoro competente e multilingue, alle sue infrastrutture di telecomunicazione avanzate, bassi costi di gestione e considerevoli benefici fiscali, Malta attrae ogni anno sempre più imprenditori.

Le figure più diffuse del settore sembrano essere organismi di investimento collettivo, compagnie di assicurazione, promotori finanziari e Istituti finanziari e di credito.

In particolare, tra le principali attività degli Istituti finanziari figurano i prestiti, il leasing finanziario, i servizi di trasferimento di denaro, l`emissione e amministrazione dei mezzi di pagamento, le negoziazioni in valuta estera, le gestioni di capitali di rischio, i servizi di intermediazione nel mercato monetario e molto altro.

Nel momento in cui tali Istituti rispondono a determinati criteri, possono ottenere importanti incentivi fiscali.

Servizi bancari

Dal 1994 il settore bancario di Malta è regolato dall’ Atto Bancario e da una serie di linee guida che gli hanno conferito conformità alla legislazione Europea, modernità, dinamicità e flessibilità.

Il medesimo atto prevede una serie di regolamentazioni in merito alle procedure necessarie per ottenere autorizzazioni per l’apertura di filiali di banche estere a Malta o di Istituti di moneta elettronica e altre disposizioni per tutti quegli Istituti finanziari non bancari.

Nel 2009, Malta registrava ben 24 Istituti di credito stranieri e più di 41 miliardi di euro di patrimonio totale e questo le ha conferito il tredicesimo posto tra i sistemi bancari più sani al mondo, titolo assegnato dal World Economic Forum’s Competitiveness Index nell’anno 2009-2010.

Attualmente Malta funge da ponte del mediterraneo nel sistema bancario internazionale, attirando molte banche note come la Deutsche Bank.

I maggiori servizi e prodotti bancari in entrata e uscita sono le operazioni di investimento, vendita, prestiti e quant’altro.

Compagnie di navigazione

Attualmente Malta rappresenta il quinto registro navale nel mondo probabilmente grazie ad una serie di agevolazioni offerte:

  • l’esenzione fiscale per proprietari, noleggiatori e finanziatori di imbarcazioni Maltesi superiori alle 1.000 tonnellate nette, anche se tale esenzione potrebbe includere navi minori o non addette al trasporto di merci e passeggeri;
  • nessuna tassa sul reddito per i dividendi distribuiti ad azionisti societari;
  • nessuna tassa di successione per il trasferimento,vendita o assegnazione di azioni della propria societa;
  • nessuna tassa su crediti maturati su prestiti richiesti ad un non residente per l’acquisto o gestione di una nave registrata.

Società manufatturiere

Anche l’industria manufatturiera gode di ottime prospettive di crescita grazie soprattutto agli incentivi fiscali offerti dalle Isole Maltesi:

  • primo fra tutti il credito d’imposta concesso a microimprese e lavoratori autonomi che danno diritto alle società qualificate di avvalersi di un credito pari ad una percentuale della spesa ammissibile e degli stipendi dei dipendenti e/o apprendisti neo assunti. Solitamente è disposto un credito d’imposta del 40% sulle spese previste, più un ulteriore 20% per società a Gozo.
  • credito d’imposta come percentuale sull’investimento necessario per la costituzione di una nuova società. Si tratta di un incentivo, un aiuto iniziale;
  • un contributo per imprese giovani e innovative, utile nella fase di avvio;
  • sovvenzioni alle piccole medie imprese che finanziano parzialmente la loro partecipazione a fiere e subcontratti a collaboratori esterni per lo sviluppo di nuovi progetti. Si tratta di sovvenzioni fino al 50% della spesa ammissibile.

Proprieta` commerciali a Malta: RE/MAX