Tasse a Malta

IMPOSTE SUL REDDITO DELLE PERSONE GIURIDICHE

Le tipologie di reddito soggette ad imposta sono:

– redditi d’impresa;

– lavoro autonomo;

– lavoro dipendente;

– reddito da investimenti;

– reddito da capital gains.

L’imposta sulle entrate è l’unica imposta applicata sui profitti delle società. Essa colpisce:

  • i redditi ovunque prodotti dai soggetti residenti a Malta;
  • i redditi prodotti a Malta da soggetti non residenti o le entrate da questi percepiti e trasferite a Malta.

Si considerano residenti a Malta tutte le società costituite e registrate nel Paese o le società che, anche se non costituite a Malta, svolgono la loro gestione o amministrazione nel Paese,considerando a tal fine la residenza degli amministratori, la localizzazione del “centro di direzione dell’impresa” e il luogo in cui vengono prese le decisioni strategiche relative alla conduzione dell’attività.

Le società sono soggette ad un’aliquota fissa del 35% sul loro reddito imponibile, ottenuto considerando tutte le entrate, anche le plusvalenze, dell’esercizio di riferimento, apportandovi eventuali variazioni in aumento e in diminuzione previste dalla normativa fiscale.

Esistono poi delle normative particolari a seconda del tipo di società:

  • Ad esempio per le società in nome collettivo e in accomandita semplice, gli utili vengono tassati direttamente in capo ai soci;
  • È prevista, invece, l’esenzione per altre categorie quali i partiti politici, le associazioni, le società cooperative e le Collective Investment Scheme – CIS;
  • Per le società di assicurazione e per quelle petrolifere sono previsti invece regimi fiscali particolari;
  • Le società marittime sono soggette all’aliquota d’imposta ordinaria (35%). Tuttavia il Merchant Shipping Act prevede un beneficio fiscale per le società Maltesi che possiedono ed utilizzano per la loro attività imbarcazioni registrate a Malta per non meno di 1000 tonnellate ed impiegate nel trasporto di beni e passeggeri. Inoltre i dividendi distribuiti agli azionisti, gli interessi sui prestiti ai non residenti e le operazioni di vendita, trasferimento e successione ereditaria delle società marittime sono esenti da tassazione.

Per le imprese non è prevista nessun’altra imposta; infatti, i dividendi pagati da una società non sono soggetti a tassazione grazie alla deduzione equivalente all’imposta pagata dalla società per la distribuzione dei profitti, volta ad evitare una doppia imposizione.

Dunque l’azionista ha diritto di rivendicare un rimborso dell’imposta sul reddito corrisposta dalla società Maltese per la distribuzione dei dividendi che sarà pari ai 6/7 se l’imposta deriva da ritenute d’acconto sui dividendi, ai 5/7 se deriva da imposte sugli interessi e 2/3 se deriva da ritenute alla fonte sulle royalties.

Le imposte dovute vanno versate nel corso dell’anno in tre acconti (30 aprile, 31 agosto e 21 dicembre, se l’anno fiscale termina a dicembre) e il saldo va corrisposto entro la data in cui deve essere presentata la dichiarazione dei redditi o tax return (entro settembre, se l’anno fiscale della società termina a dicembre).

Di norma, le società devono presentare il proprio tax return, insieme all’auditor’s certificate (certificato del revisore), entro 9 mesi dalla chiusura dell’anno fiscale. L’Inland Revenue Department prevede sanzioni per omissioni o inesattezze nella documentazione e applica l’1% d’interesse mensile in caso di ritardo nel pagamento delle tasse.

Per evitare la doppia imposizione le società possono usufruire delle seguenti forme di facilitazioni fiscali:

  • sgravio dovuto a convenzione (Double Taxation Relief): Malta ha sottoscritto più di 50 accordi per evitare che lo stesso reddito sia tassato due volte in due Paesi diversi. Per ottenere lo sgravio è necessaria la prova del pagamento delle imposte in un paese straniero e che il soggetto richiedente risulti residente a Malta nell’anno precedente alla presentazione della dichiarazione;
  • sgravio del Commonwealth (Commonwealth Income Tax Relief). È un accordo riguardante le imposte pagate nei Paesi del Commonwealth Britannico per i redditi prodotti in tali Paesi;
  • sgravio unilaterale (Unilateral Relief), applicabile nel caso in cui non sia possibile far valere lo sgravio da doppia imposizione e quello riguardante i redditi prodotti nei paesi del Commonwealth Britannico. Grazie a questo sgravio, le imposte pagate all’estero viengono considerate a credito rispetto all’importo esigibile a Malta;
  • credito sull’aliquota fissa su imposte estere (Flat Rate Foreign Tax Credit): è applicabile solo per le società Maltesi che percepiscono redditi dall’estero, qualora non fossero possibili le altre forme di sgravio, e prevede un credito su aliquota fissa sulle imposte estere pari al 25% dell’importo sul reddito o dell’utile estero percepito dalla società.

Oltre al suddetto regime fiscale vantaggioso, a Malta sono previsti anche altri incentivi per particolari settori, come le società di aviazione, navigazione, aziende manufatturiere, società di scommesse e giochi on-line, società di “media e intrattenimento” e nel campo dei servizi finanziari; ciò spiega il proliferare di tali tipi di società sul territorio Maltese.