Pensione a Malta

Il mercato immobiliare Maltese si rivolge ormai sempre più spesso al target dei pensionati, offrendo loro ottime opportunità soprattutto grazie al nuovo piano per la residenza permanente concepito dal governo di Malta.

Infatti, tutti coloro che sono in età di pensionamento e che desiderano trasferire la loro residenza all’estero principalmente per usufruire di benefici fiscali, possono apprendere con piacere che le Isole Maltesi prevedono una serie di normative a loro tutela e vantaggio:

  • innanzitutto è prevista una responsabilità minima d’imposta di € 7500, con un’aggiunta di altri € 500 per persona a carico. I candidati però devono dimostrare di essere in possesso di una valida assicurazione medica o di godere dei diritti europei. Inoltre,è indispensabile vivere a Malta per almeno 90 giorni all’anno per un periodo totale di 5 anni;
  • Il programma di pensionamento di Malta è applicabile solo a coloro che hanno proprietà o affitti a Malta e Gozo. Nel caso specifico di proprietà in affitto, il periodo di noleggio minimo dev’essere di 12 mesi e il contratto di locazione che ne specifica i termini dev’essere presentato insieme alla domanda. Gli importi minimi per poter acquistare o affittare sono:

– € 275.000 per l’acquisto di proprietà a Malta o €250.000 per Gozo;

–  € 9.600 per l’affittuo annuale a Malta e €8.500 a Gozo.

  • La documentazione necessaria per poter richiedere la residenza permanente e i conseguenti vantaggi fiscali sono:

–  4 foto tessere a colori per candidato;

– certificato di nascita o matrimonio;

– copia del passaporto;

– certificato di buona condotta redatto in inglese dalla polizia;

–  dichiarazione giurata di assenza totale di precedenti penali e civili;

– dichiarazione d’origine/fornitore della pensione, con tanto di dettagli sulla pensione completa ricevuta;

–  copertura sanitaria ;

– tassa amministrativa non rimborsabile di €2.500.